Vai direttamente ai contenuti della pagina

Flash NewsPietra in ricordo dei Caduti inviata a Biella dal Comune di Argentera

“Ricordare chi è morto per la Patria deve essere uno degli impegni di una Amministrazione pubblica” – afferma il sindaco di Argentera, on. Monica Ciaburro. Non appena si è saputo che a Biella vi era la meritoria iniziativa di creare un monumento a ricordo dei caduti, anche il comune di Argentera (CN) ha voluto aderire, facendo pervenire la pietra di Argentera con inciso il numero che ricorda i 20 ragazzi che oltre 100 anni fa partirono dalle montagne della Valle Stura per andare a liberare dal giogo austroungarico il NordEst dell’Italia.

Pertanto, il primo cittadino della piccola comunità ha condiviso con l’Amministrazione questa volontà di non abbandonare il ricordo dei loro Caduti partecipando all’iniziativa biellese proposta dal Circolo Culturale Sardo “Su Nuraghe”, senza peraltro gravare sulle casse del piccolo comune in dissesto finanziario. Essi – conclude i sindaco – ritenendo la scelta non solo un dovere morale ma altresì un piacere, è occasione per mantenere vivo il ricordo del sacrificio di quei giovani che hanno donato la cosa più preziosa che avevano, la loro vita, per un’ideale di Patria unita, la stessa che oggi, troppe volte, non sappiamo amare e rispettare quanto dovremmo.
Sarà presente anche la Città di Argentera domenica 17 marzo a Biella per la cerimonia di inaugurazione del monumento

NELLA FOTO: I Caduti di Argentera nella Grande Guerra furono 20 . Qui la pietra che è stata posizionata nell'area monumen

 
Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini statistici, pubblicitari e operativi, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all’ uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy. Per saperne di più e per impostare le tue preferenze vai alla sezione: Privacy Policy

×